PER UNA PUGLIA APERTA AL MONDO

Cinema e za’atar, rassegna di corti palestinesi del Festival Nazra

Nazra è un Festival annuale, itinerante e multiculturale, incentrato sulle tematiche della Libertà, dei Diritti Umani, della Giustizia, con riferimento alla realtà contemporanea in Palestina .

Nazra è un Festival di cortometraggi di autori palestinesi ed internazionali che si rivolge ad un pubblico amante del cinema ma anche di una cultura di pace e giustizia.

Saranno presentati 10  cortometraggi  tra  fiction e documentari  di autori palestinesi e  di autori internazionali, e documentari  sperimentali  ,che comprendono animazione, videoarte.

Attraverso questa rassegna  sarà possibile far conoscere meglio la realtà palestinese, sollevare  domande, fare breccia nel silenzio o nella disinformazione che gravano sulla condizione attuale di questo popolo e questa terra. Con le armi del cinema, quello   avvincente e narrativo della fiction, quello giornalistico e obiettivo del documentario, quello visionario e poetico delle opere sperimentali

La rassegna  ha  insomma l’obiettivo di sostenere il valore del cortometraggio per riflettere su  tematiche come la libertà, la giustizia, i diritti umani, la conoscenza, la pace, la multiculturalità, stimolando il dialogo, promuovendo la riflessione e – per quel  che riguarda gli autori palestinesi – incoraggiando l’uso del cinema come mezzo di comunicazione ed espressione, in particolare dei giovani.

La rassegna  è patrocinata dal Comune di Conversano e  realizzata in  collaborazione  con  LABottega-Laboratorio urbano di Conversano  e con la  Comunità palestinese di Puglia.

La rassegna ‘Cinema e za’atar’  fa parte del progetto ‘Per una Puglia aperta al mondo’ finanziato dalla regione Puglia.

Ingresso con contributo libero.

Elenco corti 9 giugno

 Mate superb

di Hamdi alHroub

(Palestina 2013, 12’ 58”)

 

Entr’acte

di Seyed Mohammad Reza Kheradmandan

(Iran 2016, 6’)

 

High Hopes

di Guy Davidi

(Palestina 2015, 14’)

 

Objector

di Molly Stuart

(Palestina, Usa 2017, 16’)

 

One minute

di Dina Naser

(Giordania, Belgio 2015, 10’ 28”)

 

 Elenco corti 10 giugno

Break the siege

di Giulia Maria Giorgi

(Italia, Palestina 2015, 19’ 58”)

 

The pianist of Yarmouk

di Vikram Ahluwalia

(Germania, Regno Unito 2017, 13’ 54”)

 

Ayny, My second eye

di Ahmad Saleh

(Palestina, Germania, Giordania 2016, 10’ 39”)

 

Setback of the spirit

di Sa’ed Arouri

(Giordania 2017, 14’ 49”)

 

Ave Maria

di Basil Khalil

(Palestina, Francia, Germania 2015, 14’ 44”)

La Palestina a Kantun Winka 2017

 

 La parte centrale e più importante del festival  è stata quella dedicata alla Palestina con due iniziative che sono anche stati due concerti anche grazie alla collaborazione della Comunità Palestinese di Puglia. .   

L’ associazione Alma Terra ha ospitato la banda di cornamuse  Guirab formata da 12 giovani  palestinesi di età compresa tra i 17 e i 25 anni, venuti direttamente dal campo- profughi libanese di Burj al Shemali. Alma Terra in partnership con l’Associazione Ulaia ArteSud di Roma  , con l’Associazione palestinese Beit Aftal Assumoud e con il Circolo della Zampogna di Scapoli ha partecipato all’organizzazione del viaggio e alle spese ed ha curato l’ospitalità e l’esibizione in diverse città della Puglia . La banda è stata in Puglia dal 12 al 18 luglio e  per ‘Kantun Winka’ si è esibita a Polignano a mare nell’Arena Vignola il 17 luglio. E’ intervenuto il dott. Ludovico Abbaticchio , garante dei diritti del Minore della Regione Puglia.

Il Comune di Mola di Bari con l’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia hanno realizzato due  progetti di cooperazione internazionale che hanno dato un importante contributo allo sviluppo della conoscenza della musica tra i giovani palestinesi. La  visita di questa band a Mola   ha dato la possibilità di confermare l’impegno della comunità molese in questa direzione con  un incontro concreto con il mondo della musica e della danza palestinese.

Il Garante per i diritti dell’Infanzia ha sostenuto economicamente il viaggio della banda  Guirab .

 Sempre la cultura palestinese, soprattutto quella musicale,  è stata  al centro della serata del 16 luglio in cui si sono esibiti in Prima Internazionale  i due musicisti palestinesi ‘Amal Kaawash, cantante proveniente dal Libano  e Mahmoud Awad, liutista proveniente dalla Cisgiordania. Il loro progetto è ‘Sogni che attraversano il mare’ che esprime la voglia di libertà di movimento ai palestinesi negata, che impedisce ai due musicisti di incontrarsi nei loro rispettivi paesi. Mola di Bari, grazie all’associazione Alma Terra e all’ associazione ‘Cultura è libertà’ ha dato ai due musicisti questa opportunità .

I nostri fornitori di Commercio Equo e Solidale

 

I nostri fornitori

 

Altraqualità: oggettistica, bomboniere, abbigliamento www.altraq.it

 

Ad Gentes: abbigliamento alpaca www.adgentes.org

 

CTM Altromercato: alimentari, oggettistica, abbigliamento, bomboniere www.altromercato.it

 

Equomercato: alimentari, oggettistica, bomboniere www.equomercato.it

 

Liberomondo: alimentari, oggettistica, bomboniere, arredamento www.liberomondo.org

 

 Ravinala: oggetti in legno. latta, ceramica e bomboniere, strumenti musicali, www.ravinala.org 

 

Vagamondi: tutto per le bomboniere www.vagamondi.net

 

Kantun Winka 2018

 

RICETTE

1) Pane arabo

2) Hummus (crema di ceci)

3) Pollo, mandorle e prugne,

4) Cous cous con carne e verdure

5) Riso alla cantonese

6) Falafel (polpette di ceci palestinesi)

 

1) Pane arabo

 1 Kg di semola

1 lievito di birra I cucchiaio di sale semi di sesamo

  • Tostare i semi di sesamo
  • Mettere in una coppa la semola, aggiungere i semi tostati, il sale, il lievito sciolto in acqua tiepida e impastare con acqua calda.
  • Lavorare molto bene.
  • Fare con l'impasto dei panetti, coprirli con un telo e con un panno caldo e lasciare riposare per ½ ora.
  • Prendere i panetti, stenderli come una pizzetta servendosi, se necessario, di un po' di semola.
  • Pungere la superficie con le punte di una forchetta
  • Mettere sul fornello una pentola antiaderente (si dovrebbe usare una padella molto bassa di terracotta non smaltata) e quando é calda fare cuocere cinque minuti da ogni lato i dischi di pane. Poi rigirare in modo che sia ben cotta e colorita.
  • Fare colorire vicino alla fiamma il bordo laterale.
  • Si può mangiare a bocconcini o tagliare nel centro farcendo con creme salate , insalata mista a pezzi molto piccoli.

2) Hummus (crema di ceci palestinese)

Ceci lessati                              250   g.

Spicchi d'aglio                          2

Tahina                                        2 cucchiai

Limone                                      1

Prezzemolo                               un mazzetto

Peperoncino o paprica           1 pizzico

Olio di oliva                                un cucchiaio

Sale                                             quanto basta

Mettere nel frullatore i ceci, la tahina, il succo di limone, gli spicchi d'aglio pestato e, se necessario,un pò dell'acqua di cottura dei ceci. Frullare  a bassa velocità, sino ad avere un composto abbastanza denso.Servire in una ciotola e decorare con prezzemolo tritato finemente, un pizzica di paprica o peperoncino e un filo di olio di oliva.

In sostituzione dei ceci si possono anche usare i fagioli e le fave.

3) Pollo, mandorle e prugne (Marocco)

Ingredienti per 4 persone

Quattro coscette di pollo

Un miscuglio di spezie fatto con un cucchiaino di coriandolo, uno di cumino, un poco di paprica piccante, un pizzico di zenzero e una punta di cucchiaino di curcuma

Quattro cipolle medie

Dieci prugne secche

Venti mandorle sbucciate e tagliate grossolanamente

Mettere il pollo in un recipiente, coprendolo con le spezie (lasciare da parte un cucchiaino) e un pò di olio e lasciare marinare per un'ora.  Nel frattempo tritare molto finemente le cipolle e farle rosolare in una pentola molto lentamente nell'olio. Adagiarvi dentro il pollo, aggiungere il resto delle spezie, il sale, mescolare, coprire con un coperchio e fare cuocere. Negli ultimi dieci minuti aggiungere le mandorle e le prugne e completare la  cottura.

4) Cous cous con carne e verdure

Ingredienti per sei persone

1/2 kg  di cous cous

1 kg di carne a pezzi (agnello o manzo o pollo)

zucchine, carote, zucche, melanzane, ecc.

burro

spezie

piselli e uva passa (a piacere)

Mettere il cous cous in una coppa coprirlo di acqua, aggiungere un cucchiaino di sale e lasciare riposare. Quando l'acqua è stata assorbita, mettere su una pentola con acqua un colapasta di acciaio inossidabile, coprirlo con un telo leggero e versarvi dentro il cous cous con alcuni fiocchetti di burro. Volendo si potrebbe aggiungere anche l'uvetta  ammollata e/o dei piselli già cotti. Si potrebbe anche aromatizzare l'acqua con zafferano, coriandolo, curcuma o curry. Coprire la pentola con il coperchio e lasciare cuocere a vapore per circa mezz'ora o comunque fino a quando il cous cous si gonfia. Ogni tanto scoprire per sgranare il ous cous. Mettere poi il cous cous, ben sgranato,  in una coppa da portare in tavola.

Per il condimento, rosolare la carne in una pentola con l'olio, aggiungere mezzo litro di acqua e poi  tutta la verdura tagliata a pezzi grossi e lasciare cuocere. Il tempo di cottura della carne dipende dal tipo di carne, da questa dipende anche il momento in cui mettere le verdure.  Mettere nei piatti un mestolo di cous cous e uno di condimento. Il cous cous può essere condito anche solo con le verdure o con un brodetto di pesce.

5) Riso alla cantonese

Ingredienti per 5 persone

Due o più petti di pollo

300 gr. di carote

300 gr. di piselli

Una o due cipolle

Uno spicchio di aglio

Olio

400 gr. di riso

4 uova

Shoyu

In  una grande pentola o  i n un wok aggiungere gli ingredienti, uno alla  volta nel  seguente ordine, facendo attenzione a far rosolare il primo ingrediente  prima di  aggiungere il successivo: spicchio d’aglio, cipolle tritate molto  finemente,  pollo, piselli, shoyu, riso lessato. Fare insaporire tutti gli  ingredienti. Dopo  avere spento il fornello aggiungere la frittata, fatta a parte in una  padella  con le quattro uova sbattute, dopo averla tagliata a  striscioline.

6) Falafel  (Palestina)

Ingredienti per 10 persone

500 gr. di ceci (ammollati tutta la notte con un po’ di bicarbonato

Abbondante prezzemolo

Tre o quattro cipolle medie

Due spicchi di aglio

Sale

Un cucchiaino di cumino

Tritare finemente in un frullatore prezzemolo, cipolla e aglio e mettere da parte.

Frullare i ceci  con un po’ di acqua e sale. Tritare finemente. Aggiungere il trito fatto precedentemente e il cumino . Formare le polpette e friggerle in olio caldo. Se l’impasto risulta troppo morbido, si può addensare con del pangrattato.