Proposte didattiche- anno scolastico 2018-2019

Obiettivi:

-Far conoscere quali sono i meccanismi che portano all’impoverimento dei paesi del sud del mondo provocando  ingiustizia, violazione dei diritti umani e distruzione dell’ambiente naturale.

-Far comprendere  lo stretto legame che esiste tra i meccanismi dell’economia mondiale e la vita quotidiana delle persone.

-Portare  i ragazzi a riflettere sul loro ruolo di consumatori,  sul concetto di  responsabilità personale  e su quali sono gli strumenti a disposizione di tutti per orientare ‘eticamente’ il mercato.

- Fare scoprire i tanti progetti che produttori del sud del mondo e organizzazioni del commercio equo costruiscono e realizzano per difendere la dignità dei produttori,  le loro condizioni sociali  e le loro tradizioni culturali,

- Far conoscere alcuni aspetti di altre culture e fare apprezzare la bellezza della pluralità culturale.

-Approfondire le tematiche relative al fenomeno delle migrazioni.

Attività proposte :

 Visita alla sede (senza alcun onere finanziario):

 Visitare la sede dell’associazione per conoscere la sua ubicazione, le sue attività, i prodotti alimentari e artigianali del commercio equo e solidale e le storie che raccontano. E’ un progetto di cooperazione internazionale alla portata di tutti, presente sul  nostro territorio  ed ha una sua concretezza nella sede e nei suoi prodotti.

La visita può essere fatta in qualunque mese dell’anno, previo accordo.

 Cose dell’altro mondo (senza alcun onere finanziario):

 Dietro ai prodotti ci sono delle storie. Scegliere dei prodotti: cacao, caffè, banane, zucchero di canna, abiti, tappeti, palloni, fiori, ecc. narrare storie sulle persone che li producono per far riflettere sulle cause che  hanno concorso a generare  e a mantenere lo squilibrio economico tra nord e sud e   per diventare consapevoli sul ruolo che i consumatori possono avere per cambiare l’attuale situazione.

 Palestina (senza alcun onere finanziario)

Incontri di approfondimento su diversi temi che riguardano la situazione palestinese: la storia, i profughi, l’acqua, l’occupazione, le risoluzioni dell’Onu. Il tutto con immagini e video. Conduce gli incontri un’esperta dell’associazione che ha visitato la Palestina diverse volte, che  nel 2010 ha visitato i campi-profughi palestinesi in Libano, che ha partecipato alla carovana dell’acqua che si è svolta a settembre del 2011, che ha coordinato la realizzazione di un progetto di Cooperazione Internazionale ‘Ponte di musica’ e che dal giugno 2012 al giugno 2013  ha partecipato alla realizzazione del progetto ‘Musicoterapia nei campi-profughi palestinesi del Libano’.

 Incontri con migranti e fenomeno migrazioni

Nella nostra città vivono molti migranti di diversa origine, alcuni ben integrati nella nostra realtà, altri che stanno faticosamente mettendo i primi passi. L’Associazione Alma Terra per loro ha organizzato nella sua sede un corso di Italiano per stranieri. Siamo disponibili ad organizzare degli incontri che permettano di avvicinare i migranti ai ragazzi per creare le condizioni per superare, attraverso la conoscenza diretta, molti pregiudizi presenti in questo campo. L’incontro dovrebbe anche prevedere  la presentazione delle cause che determinano le migrazioni e della legislazione internazionale in materia. Ci sono a Bari e provincia progetti di accoglienza dei profughi, anche dei minori, che potremmo far conoscere anche con l’incontro con operatori e ospiti delle diverse strutture di accoglienza.

L’Associazione è disponibile ad affrontare tematiche diverse da quelle proposte . I   percorsi saranno concordati con i docenti.

MERENDA DELLA SOLIDARIETA’

 Una  o più volte all’anno tutte le classi potranno partecipare alla merenda della solidarietà. L’Associazione ‘Alma Terra’ in quella giornata dà la possibilità ai ragazzi di conoscere prodotti alimentari del commercio equo e solidale in sostituzione delle merende della grande industria che normalmente vengono acquistate ai supermercati. In questo modo si offre un’occasione concreta per apprezzare la bontà dei prodotti , per conoscere la provenienza dei diversi ingredienti e per renderli consapevoli dei criteri ai quali devono ispirarsi gli acquisti che quasi sempre seguono solo la pubblicità e l’estetica, ignorando i criteri etici e gli aspetti nutrizionali. La scuola può scegliere il periodo all’interno della propria programmazione.  

 Attività con contributo da concordare

 Il cioccolato: dai luoghi di produzione alla manipolazione e all’assaggio

 Il cioccolato è un alimento ben conosciuto dai ragazzi. Far conoscere la pianta, la raccolta, i luoghi e i metodi di produzione e di esportazione  permette di avvicinare concretamente i ragazzi al commercio equo e solidale. Il laboratorio dura due ore e prevede una parte esplicativa, anche con video e una parte laboratoriale con la produzione di tavolette di cioccolato, partendo dalla fave di cacao, che i ragazzi potranno degustare.

 Danze popolari da tutto il mondo.

 Il Commercio Equo e Solidale si propone anche l’obiettivo di salvaguardare la pluralità delle culture e delle tradizioni. Le danze popolari di tutto il mondo permettono in modo giocoso di aprirsi alle altre culture  ma anche  di  socializzare,  liberare tensioni ,  gestire positivamente le  proprie energie,  acquisire un’armonia gestuale e interiore. Sono molte le scuole  di ogni ordine e grado che hanno sperimentato   questa attività con risultati molto positivi. Si tratta di danze in cerchio che sono molto adatte per dare l’idea della pace e della convivenza pacifica.

Per accordi e informazioni : Isa Colonna 3471565119, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.